Seo Roma, intervista a Giuseppe Schettino, Seo Specialist

03 aprile 2016 Pubblicato da Redazione

x

 

Seo specialist, se ne sente spesso parlare ma di cosa si occupa? Giuseppe Schettino Seo di Roma fa chiarezza e ce lo spiega!

 

Sicuramente ne avete sentito parlare in maniera molto frequente, parlando  di lavorare con internet e guadagnare da casa la parola che spesso viene ripetuta con insistenza è di rivolgersi a un Seo Specialist. Vi devo dire la verità, non amo molto le terminologie in inglese ma il web è nato in America e in parte dobbiamo abituarci a ragionare in questi termini.

Molti di noi non lo sanno mentre altri lo hanno capito da tempo, cercare di monetizzare con un sito web o un blog non è per nulla semplice, non basta sicuramente la passione e la voglia di fare.

Seo RomaPuoi comprare libri, puoi studiare, puoi cercare di specializzarti cercando di capire quali sono le logiche che determinato il successo di un sito, oppure puoi rivolgerti a uno specialista, una persona che tutto il giorno studia come posizionare al meglio un sito nei motori di ricerca .

Da tutto questo nasce il mio incontro con un professionista del web che si chiama Giuseppe Schettino e l’intervista che di seguito pubblichiamo integramente sul come lavorare con internet e guadagnare da casa:

Ecco svelato il segreto per Lavorare su internet e guadagnare da casa.

  1. 1.       Come inizia la tua esperienza sul web, in quale anno e con quale professionalità cominci la tua esperienza.

 

Io ed internet ci siamo incontrati per la prima volta nel 1996, avevo 12 anni, il rumore del modem lo ricordo ancora bene, così come ricordo bene l’eterna attesa per scaricare una sola canzone.

A 14 anni il primo sito web, mai pubblicato, realizzato in html con un layout a tabelle, tema, indiani d’America, ne ero affascinato al punto tale da pianificare un’estate intera in una riserva indiana per poi non andarci per paura della lingua (da ragazzini è concesso, da adulti no).

Non ho mai pensato di usare internet per lavoro poi un bel giorno di circa 12 anni fa aprii un blog su worpdress, poi un sito vero e proprio, il mio primo, si chiamava PuroCalcio.it.

Su puro calcio parlavo del calcio così come lo vedevo io, quando un bel giorno fui contattato da un signore che mi pagò bene per acquistarlo.

Volli conoscere il motivo del suo interesse e della sua offerta, ed era semplice, ero in prima pagina per la chiave di ricerca “consigli asta fantacalcio”.

Scoprii la SEO e che il mio sito faceva 1000 unici al giorno.

Ma soprattutto, cominciai ad essere pagato da chi acquistò il sito per continuare a scrivervi.

 

2. Inizi lavorando da dipendente in contesti specifici e successivamente intraprendi un percorso da libero professionista?

L’avventura nel mondo del lavoro online comincia proprio con puro calcio, mentre scrivevo in cambio di soldi di qualcosa che ho amato in maniera viscerale sin da bambino ho cominciato a studiare il posizionamento sui motori di ricerca, ho cominciato a fare siti web, posizionarli e poi rivenderli.

Nel 2010 era molto facile tra l’altro, ricordo ad esempio che uno dei siti pronosticicalcio1x2.it fu un bell’esperimento per me perché lo trasformai in blog.pronosticicalcio1x2.it visto che la keyword “blog pronostici calcio” era per me più interessante.

Bene quel sito lo posizionavo semplicemente con la frase:

Pronostici Calcio vi propone di seguito i pronostici di calcio” + la data.

Le prime due parole linkavano la home page, poi la struttura del sito e la frequenza di aggiornamento fecero il resto, portando il sito a posizionarsi benissimo, ovviamente qualche link di ritorno andava creato.

Seo SpecialistFin qui nulla di professionale, ma per qualche anno il fare siti, posizionarli e rivenderli mi ha permesso di pagarmi l’assicurazione auto, qualche sfizio, il battesimo alla mia prima figlia, qualche piccola vacanza, insomma ero entrato nell’imbuto del lavorare su internet da casa a pieno titolo.

Quindi ho cominciato a studiare come farlo diventare un lavoro vero e proprio, mentre tutti i giorni svolgevo il mio lavoro da dipendente.

Le competenze quindi per rispondere alla domanda le ho acquisite studiando, testando, sbattendo la testa e rubando quanto più potevo da chi condivideva le proprie conoscenze.

Poi dopo qualche cliente gestito diciamo in amicizia, la partita IVA nel 2014, una scelta dettata dai risultati ottenuti in precedenza.

 

3. Hai lavorato da sempre nell’ambito dell’informatica o arrivi da un contesto di carattere differente?

Noooo.

A parte un percorso di studi molto atipico, ho fatto l’impaginatore, il grafico in una società di insegne luminose, volantinaggio per pagarmi l’affitto, il lavapiatti, il cameriere, l’animatore, il commesso in un negozio di giocattoli, il portiere, il vigilantes, il centralinista, (non in quest’ordine) però ho sempre fatto quello che serviva per rimediare soldi.

Sul web però per lavorare da casa su internet le attività erano 3 inizialmente:

  • Scrivere articoli
  • Posizionare siti dietro compenso
  • Creare, posizionare siti e rivenderli (e intanto guadagnare qualcosa con adsense).

 

4. Dopo aver intrapreso la tua carriera da libero professionista, ti specializzi in un campo specifico del web e lavori su quello?

Diciamo che avere un focus quando si entra in un settore a livello professionale male non fa, anzi dovrebbe essere l’essenza di un business secondo me, però ovviamente in ambito web chi ti chiede il sito è facile che poi voglia posizionarlo per avere più visite quindi diciamo che il mio focus e il marketing sul web (che non è propriamente una focalizzazione perché racchiude un mondo, ma hey, ci sono persone che vogliono lavorare su internet da casa disposte a collaborare insieme a te in ogni angolo del web).

Per quanto mi riguarda mi sono specializzato sulle attività commerciali e le piccole aziende, perché sono quelle che ti permettono anche di sperimentare pur di risparmiare e nel caso vada male vale il principio “mal comune mezzo gaudio”, poi c’è un contatto diretto con le persone cosa che amo, e poi perché odio gli imbrogli ed a me Pagine Gialle sta sul cazzo, ne ha fatti troppi.

In più le attività commerciali hanno disperato bisogno di una figura che si occupi di marketing al loro interno, settore molto spesso considerato solo una spesa mentre al contrario ne è l’essenza.

Quindi per farla breve, gli ambiti in cui intervengo sono:

  • Consulenza di marketing
  • Realizzazione siti web
  • Posizionamento siti web
  • Mobile Marketing

Ovviamente il tutto va integrato, non può esistere un sito web senza posizionamento, non ci può essere traffico verso un sito se poi non viene monetizzato, non ci può essere monetizzazione se poi non profili il cliente per farlo tornare e fidelizzarlo e visto che il mondo è mobile centrico, il marketing sui dispositivi mobili ti serve in tutte le fasi sopra elencate.

5. Quando nasce il tuo blog e su cosa punta?

Onestamente okkei.it è nato a fine 2013 come blog sul web marketing, poi si è trasformato con l’apertura della partita IVA in una specie di sito aziendale.

Esatto una specie, perché c’è ancora molto lavoro da fare e fortunatamente non trovo il tempo, però i temi trattati sono gli stessi degli ambiti in cui opero, il grosso del lavoro l’ho fatto durante il primo anno per posizionarlo per la keyword SEO Roma.

A cosa punto col sito?

Lavorare OnlineA farmi trovare nel momento in cui servo.

In più lo uso come blocco notes per appunti personali quando trovo qualcosa che mi interessa, visto che amo la comunicazione e sono sempre alla ricerca di una nuova idea per fare promozione o semplicemente qualcosa che mi possa ispirare, spesso scrivere un post ti illumina.

6. Vendi un prodotto o una competenza?

Principalmente Servizi, anche se sto sviluppando una serie di prodotti miei e sono in franchising con Genesis Mobile per quanto riguarda gli strumenti che uso per il mobile, certo l’affiliazione è costata un po’ però mi serve per poter avere prezzi competitivi.

7. Lavori ma a questo mi hai già risposto sul tuo brand o sul prodotto che vendi o entrambe le cose?

Inizialmente ho lavorato un po’ sul brand ma poi ho preferito spingere più sui prodotti ed i servizi, anche se sono consapevole del fatto che dovrei fare praticamente più brand, però “sine pecunia ne cantantur missae”.

8. Dal tuo punto di vista cosa è cambiato negli anni nel panorama del web?

Molte più persone, quindi molte più opportunità di business anche se la conseguenza è una maggiore concorrenza, ma io a differenza di molti comunque alzo il culo dalla sedia per cercare i clienti non mi limito ad aspettarli.

Questa è una considerazione relativa al “lavorare con internet”, perché poi da un punto di vista della nostra il cambiamento che ha portato il web negli anni ci ha cambiato la vita, basti pensare che rispetto al 1996 ora abbiamo un arto in più, lo smartphone ed è sempre connesso.

9. Cosa consiglieresti a un ragazzo che oggi inizia la sua esperienza nell’ambito del web?

  • Vuoi lavorare da casa su internet?
  • Vuoi guadagnare con internet?
  • Vuoi fare soldi con internet?

Bravo, hai avuto l’idea del secolo, peccato che è l’idea del secolo scorso.

Ad ogni modo, il consiglio è trovare la propria strada seguendo le proprie passioni, su internet è ancora possibile, puoi iniziare scrivendo e poi pian piano creare la tua strada.

Ovviamente non arriverai da nessuna parte se non sei disposto a fare sacrifici, a studiare, ad aggiornarti costantemente, e non dimenticarti di prendere una gattina e di chiamarla Costanza, perché te ne servirà molta.

Ma queste sono le regole della vita reale, internet ne è lo specchio.

10. La SEO, quanto ancora conta per il lavoro sul proprio blog o per un sito web in generale?

Mettiamola così:

Tu hai un negozio di mutande pulite in un vicoletto, a 100 metri un signore incontinente si è appena fatto la pipì nei pantaloni perché un ragazzino idiota gli ha urlato BUUU dalla bici.

Il signore, ormai digitalizzato nonostante l’età, tira fuori lo smartphone e cerca su Google, “negozio mutande pulite vicino a me”, se tu non avessi un sito e non avessi fatto un minimo di lavoro di ottimizzazione dello stesso per i motori di ricerca molto probabilmente non riusciresti ad intercettare quel signore nel momento esatto in cui gli servi.

Ora considera questi aspetti, senza SEO:

  • Avresti appena perso un’opportunità
  • Avresti appena perso un cliente
  • Avresti appena perso un cliente incontinente, e tu stai vendendo mutande, quindi hai perso molti soldi.

Ora ho estremizzato un concetto per rendere l’idea che la SEO significa semplicemente pensare a quelli che vuoi che siano i tuoi clienti, ti serve per intercettarli, portarli sul tuo sito e convertirli.

Puoi convertirli poi in svariati modi, ma la domanda era sulla SEO che è un argomento molto vasto, un universo a parte.

Principalmente serve a far capire al motore di ricerca che tu SEI ed HAI la risposta giusta alla domanda di un utente.

11. Hai detto di lavorare sul lungo/lunghissimo periodo, questo presuppone un contatto con un cliente che ti chiede questo?

L’ho detto?
Il lavoro sul lungo termine comporta vari aspetti positivi, che ovviamente esulano da quello economico, ad esempio puoi improntare un progetto, un qualcosa di replicabile poi anche per altre situazioni, in più se ci riferiamo alla domanda sulla SEO non possiamo non considerare l’idea di una collaborazione a medio lungo termine, è inevitabile.

In più il lavoro sul lungo periodo ti permette di poter entrare in contatto con altri professionisti per compensare il tempo che ti manca, le competenze che non hai, migliorare anche le tue conoscenze, ed arricchirti quindi anche dal punto di vista umano imparando quanto più puoi sul settore in cui opera il tuo cliente o il tuo collaboratore.

Un auspicio che faccio anche a chi mi paga per qualcosa, o se ne esce entrambi arricchiti in qualche modo oppure è inutile.

12. Oppure si tratta di una scelta legata al tuo blog?

Il mio blog è uguale, è in continuo mutamento, anche perché ho la malsana abitudine di usarlo spesso come cavia per esperimenti, in modo che (ed è capitato) quando faccio una cazzata non posso esimermi dal risolvere il problema trovando una soluzione.

Ma finché pecco di autolesionismo digitale non credo di fare torto a nessuno.

Comunque non ho intenzione di chiudere bottega quindi anche okkei.it andrà avanti il più a lungo possibile.

13. Come vedi il web di domani e le interazioni con i social network?

Il web di domani lo vedo attraverso un dispositivo mobile, uno smartphone o un tipo di occhiale alla Dragon Ball per intenderci, qualcosa di perennemente connesso agli oggetti che ci circondano e sempre di più connessi con noi stessi (ma non sto immaginando nulla).

Le interazioni con i social network le vedo uguali a come sono adesso:

  1. Da un punto di vista sociale continueranno ad essere maschere ben curate.
  2. Da un punto di vista di chi lavora con internet continueranno a servire per creare relazioni e portare traffico qualificato da convertire sui siti.

14. Oggi, nel 2016, per una persona appassionata di web è ancora possibile farne una professione e vivere di questo?

Ma l’ho già detto;  però repetita iuvant (è l’ho scritto perché “iuvant” non comincia con la lettera J).

Argomento in maniera sintetica:

Devi farti un mazzo come una casa per parecchio tempo, per la vita probabilmente, e forse ci riesci, se non sei disposto a questo, cercati un lavoro diverso.

15. Sei anche un formatore e quindi proponi dei corsi che uno può seguire?

Non formo nessuno perché non ho che da imparare, però ovviamente se un cliente ha bisogno di essere alfabetizzato su come sfruttare lo smartphone per attirare clienti in negozio è ovvio che da consulente devo essere pronto e preparato a dirgli come fare.

Ovviamente se qualcuno mi chiede consiglio su un argomento sono disponibile e ben contento, se poi mi si chiede come fare qualcosa sono ancora più gratificato, ma se poi non viene fatto come dico io?

Beh li parte il vaffanculo terapeutico per il fiato che ho sprecato.

Comunque per la formazione il mio consiglio è questo:

Almeno un libro al mese di un esperto del tuo settore, e nel giro di due o tre anni sei un guru anche tu.

x

 

x

 

 

 

x

 

 

Comments are closed.



         

Advertise Here

 

 

 

 

 

Advertise Here

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei Cookie      Ulteriori informazioni